#Rai annuncia i palinsesti 2017: tra le ‘new entries’ Bebe Vio e Fiorella Mannoia. Il caso Fazio, l’incognita Giletti e altro ancora…


 

Si è tenuta nella mattinata di ieri 28 giugno   a Milano la presentazione dei palinsesti Rai dell’autunno 2017, tra le novità anche l’assenza di alcuni nomi “eccellenti”  come:  Lorella Cuccarini  su cui ha puntato la rete nella passata stagione con il programma “Nemicamatissima”   Pippo Baudo che non sarà più alla guida di “Domenica In” sostituito da Cristina Parodi, Asia Argento e Manila Nazzaro e poi il “caso” clamoroso di Giletti e la sua Arena, un’incognita ancora da risolvere finchè Giletti non accetterà la controproposta riportata più avanti.

La Rai primeggia in tutto: negli ascolti, nella qualità e nel necessario passaggio a media company”. Il direttore generale Rai Mario Orfeo ha aperto così, la conferenza, elogiando il ruolo dell’emittente pubblica: “Non credo esistano Paesi europei in cui il servizio pubblico abbia un ruolo cos’ importante e competa sul mercato in maniera così vincente”.

Tra le novità dei palinsesti della Rai per l’autunno del 2017: Fabio Fazio che passa su Rai Uno in prima serata di domenica e in seconda serata di lunedì, Cristina Parodi al timone di “Domenica in”, un programma affidato alla campionessa paralimpica di scherma Bebe Vio e un one woman show a Fiorella Mannoia, su Rai2   l’arrivo di “Camera cafè” con Luca e Paolo, che conducono anche “Quelli che…”, e il ritorno di Mika, su Rai Tre un programma della BBC e uno nuovo condotto da Michela Murgia, oltre a due fiction dedicate a Fabrizio De Andrè e Nino Manfredi, interpretato da Elio Germano.

Larrivo di Fabio Fazio su RaiUno che trasloca da Rai Tre con “Che tempo che fa” la domenica sera dal 24 settembre e con “Che fuori tempo che fa” il lunedì in seconda serata è sicuramente la novità (anche se già trapelata) più importante: Fazio proporrà suo stile e forma emotiva anche in seconda serata” ha detto il direttore di rete Andrea Fabiano. Fabio Fazio a margine della presentazione dei palinsesti ha sottolineato come sia amareggiato dopo le aspre polemiche che lo hanno investito a seguito dell’annuncio del compenso che gli è stato offerto per non lasciare la Rai: ”Mi dispiace che qui si debba parlare di polemiche che sono di inusuale violenza. Quando si invocano sommosse popolari e kalasnikov da giornali e esponenti delle istituzioni, c’e’ qualcosa che non va” – dice il conduttore tv – Avevo un impegno altrove che partiva dalla mezzanotte del 23 giugno. Non ho mai parlato di La7. Se ho cercato di resistere fino a quella data è perchè conosco il valore della Rai”, ha aggiunto “Il vicepresidente del Senato Gasparri ha detto che la mia trattativa fuori dalla Rai non era vera: spero sia in grado di dimostrarlo, perché io invece posso dimostrare il contrario”. «Penso che la Rai non sia ingenua», interviene alla fine anche il conduttore. «L’azienda avrà fatto i suoi calcoli, e stabilito quanto vale il programma in termini pubblicitari. Durante Che Tempo Che Fa ci sono spot da 15 secondi venduti in media a 40mila euro, e il programma ha 16 minuti netti di pubblicità. »

Orfeo smentisce le voci sui 2,8 milioni euro l’anno che avrebbe percepito il conduttore: «Fazio guadagnerà gli stessi soldi dell’anno scorso (1,6 milioni, ndr). Ed è un contratto vantaggioso per la Rai: lui guadagna come l’anno scorso, producendo più ore di programma e passando da Raitre a Rauno. Una serata media di Che Tempo Che Fa costa 450mila euro, il 50% in meno di una qualunque serata d’intrattenimento su Raiuno e di qualunque fiction, per questo trovo sterile ogni polemica»

La prima rete punta su due donne, molto diverse ma dal grande carisma: Bebe Vio e Fiorella Mannoia. La campionessa paralimpica di scherma condurrà un programma di sei puntate intitolato “La vita è una fugata” in onda la domenica alle 17.45 dal Primo ottobre: la sportiva racconterà sconosciuti dalle storie straordinarie ma anche personaggi famosi. Fiorella Mannoia, affiancata nella conduzione da un personaggio diverso dello spettacolo ogni puntata, il 23 e il 30 settembre condurrà “1,2,3 Fiorella”, raccontando la sua esperienza di donna e il cambiamento della figura femminile negli ultimi decenni attraverso le canzoni.

La Rai è anche al lavoro per riportare su RaiUno il premio Oscar Roberto Benigni per “delle serate evento specialissime” annunciate dal direttore generale Mario Orfeo: “Il lavoro è già avviato” ha detto.

FICTION: Tra le fiction che andranno in onda su RaiUno ci sono il biopic “In arte Nino” con Nino Manfredi sulla giovinezza dell’attore interpretato da Elio Germano, e la miniserie “Principe libero” su Fabrizio De Andrè.

Massimo Giletti nonostante tutto potrebbe non lasciare la Rai dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi che parlavano di un addio da parte de il giornalista de “L’Arena”, uno dei programmi più seguiti delle scorse stagioni:  «Abbiamo offerto a Giletti il sabato sera di Raiuno, con dodici grandi eventi musicali come quelli degli anni scorsi su Mogol e Zucchero; con la possibilità, in più, di fare alcuni reportage sui contingenti italiani all’estero». Il direttore generale Orfeo glissa però sui motivi che hanno portato alla fine dell’Arena: «Vogliamo diversificare l’offerta delle reti: intrattenimento su Raiuno, satira su Raidue, informazione su Raitre» ( “meno urlata” afferma in apertura discorso  ndr).

E la Rai sta trattando anche per la riconferma di Alberto Angela: “Tutto è in movimento: stiamo colloquiando sul contratto, che è già scaduto” ha spiegato il conduttore. “Sono qui per una serie di programmi che andranno in onda in autunno, per il resto stiamo confrontandoci. Siamo in una fase di colloquio sul contratto che riguarda essenzialmente un aspetto strategico: c’e’ stato un percorso fatto di varie tappe e stiamo cercando di capire quali saranno le prossime. Ci sarà un aspetto economico ma puramente di posizionamento strategico soprattutto per un tipo di programma che ha fatto tanti ascolti e piace al pubblico“, ha detto il conduttore, che tornerà con ‘Passaggio a Nord Ovest’ e ‘Ulisse’.  Il direttore di Rai1 Fabiano ha inoltre spiegato parlando di uno dei programmi più amati dal pubblico: “‘Affari tuoi’ abbiamo deciso di farlo riposare, ma tornerà. Con Insinna non c’è nessun problema, gli ho espresso solidarietà personale per l’attacco che ha subito. Flavio è una persona che in Rai ha fatto tanto e con noi il rapporto proseguirà“.

Su RaiDue ci sono due novità che riguardano i comici Luca e Paolo, che hanno il timone di “Quelli che …” la domenica pomeriggio e “Camera cafè – il mondo nuovo” in prima serata dall’11 settembre dal lunedì al venerdì alle 21. Su Rai2 ritorna in prima serata anche “Stasera casa Mika“, il programma in 4 puntate dal 24 ottobre  affidato al cantante anglo-libanese. Ad Amadeus è affidato il programma “Stasera tutto è possibile” in prima serata il martedì. Costantino Della Gherardesca è confermato alla conduzione di “Pechino express” e da gennaio, ha annunciato il direttore di rete Ilaria Dallatana, farà “un viaggio in cui si sposerà e non solo una volta“. –

Sempre su RaiDue torna Renzo Arbore con uno speciale dedicato a “Indietro tutta” il suo storico programma di cui si celebrano i 30 anni. Su Rai Tre la scrittrice Michela Murgia ha un nuovo programma culturale il sabato dalle 18 alle 19. Dalle 20.10 dopo “Blob” andrà in onda il programma della BBC “Opinione pubblica”, da novembre sarà lanciato un nuovo programma “Andiamo a governare” in cui si racconta cosa accadrebbe se i servizi offerti dal governo in cambio delle tasse fossero sospesi, con l’auto gestione della strada di un quartiere. Il sabato ci sarà anche il ritorno di Franca Leosini con “Storie maledette”, accolta alla presentazione da un lungo applauso. –

Un nuovo programma, ha annunciato il direttore di rete Daria Bignardi, sarà affidato al cantautore Brunori Sas con focus sul racconto del sud. Per la fiction, oltre alle due già citate, c’è il biopic “La musica del silenzio” tratto dall’autobiogafia di Andrea Bonelli, mentre per il TV movie Marco Tullio Giordana firma “Due soldati” e Alessandro D’Alatri “In punta di piedi”. Vanessa Incontrada sarà la protagonista di “Scomparsa” e “Io capitano Maria” in cui interpreta un carabiniere. “Sirene” è una commedia sentimentale ideata e scritta da Ivan Cotroneo, “La strada di casa” ha come protagonisti Alessio Boni e Lucrezia Lante Della Rovere. Sul fronte dell’informazione – il Dg Rai, Orfeo – spiega: “Quest’anno ci saranno 189 ore di informazione in più rispetto all’anno precedente. I tg Rai restano la voce più autorevole e seguita del Paese. Il Tg1 delle 20 è in crescita, in controtendenza rispetto agli altri tg piccoli, grandi e anche a quelli piccoli che pensano di essere grandi“. Ed ha aggiunto: “Il nostro sforzo deve essere maggiore nel capire e spiegare, in modo che chi ci guarda possa farsi una sua idea ma su basi solide e oggettive”. 

Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...