Giorno: giugno 16, 2014

The Moon: rock “made in Britain” nel nuovo album Waiting For Yourself


The Moon: rock “made in Britain” nel nuovo album Waiting For Yourself

The Moon: rock “made in Britain” nel nuovo album 'Waiting For Yourself'

E’ di forte stampo anglosassone il nuovo lavoro discografico del quartetto friulano (brano come sigla di Demo su Rai Radio1, passaggi su RockTv-Sky) tra echi anni ’90 e citazioni Sixties. Il primo singolo con videoclip è Make It In The Easy Way You Know

Genere: pop/rock/britpop

Etichetta: Seahorse Recordings

Distribuzione digitale: Audioglobe

Distribuzione fisica: The Orchard

Il videoclip del singolo Make It In The Easy Way You Know

http://www.youtube.com/watch?v=0LANn8uKNds

Waiting For Yourself  link streaming

soundcloud.com/themoon-rockband

Dopo un fortunato Lunatics, con quasi mille copie vendute e il videoclip Rose In The Land Of Tears (con passaggi radio tra cui quelli alla celebre trasmissione “Demo” di Rai Radio1, con le interviste dei due conduttori ed infine per mesi sigla di chiusura del programma, e poi Capodistria/Koper; passaggi tv a Rai1 con la rubrica del Tg1 “Note”2 passaggi a settimana per diversi mesi su Sky a RockTv, Tv Capodistria/Koper, Slo2, più di 80mila visualizzazioni), The Moon confermano il loro pop rock britannico con il nuovo album Waiting For Yourself; dai richiami alla seconda british invasion targata anni ’90 agli echi Sixties. Un disco di puro rock’n’roll.

Waiting For Yourself, da un punto di vista stilistico, si trova in linea con il precedente album e con la musica d’oltremanica, vero pilastro artistico per la band. Ma il quartetto brit-rock, composto da Spino Charles (chitarre e voci), Den (bass guitar) e Piotre (drums), si mette alla prova con un genere sempre in voga, conferendogli una propria personalità e attualizzandolo con brani dai ritornelli catchy e dai ritmi trascinanti.

Il primo singolo estratto è Make It In The Easy Way You Know, di cui è stato girato l’omonimo videoclip. Come si puo’ leggere dal titolo, e come piu’ volte fatto presente nel ritornello, l’importante è farlo (non si riferisce a un qualcosa in particolare: è un messaggio che vale per tutto, compresi i doppi sensi) nel modo piu’ semplice possibile. Tre soli accordi ed un ritornello ostinato nella sua positiva dichiarazione di semplicità, che fanno di Make It In The Easy Way You Know un esempio delle abilità artistiche di The Moon, pronti a conquistare il pubblico con il loro fresco pop/rock.

Un’altra invasione british? Ci auguriamo di sì.

The Moon sono inoltre stati scelti da Virgin Radio Italy tra le 20 band finaliste. Il gruppo vincitore di Battle Of The Bands 2014 parteciperà all’Hard Rock Rising On The Road Tour 2014Waiting For Yourself è il secondo album della band The Moon, uscito per la label Seahorse Recordings. È stato registrato da Simone Sant agli Entropia Studios di Cussignacco (UD), mentre la post-produzione è stata affidata a Giorgio Spolaor e Antonio Morgante dei Blue Train’s Studios di Mira Porte (VE).

 

Diana del Bufalo dice NO alla sua “deforestazione”…


Diana del Bufalo

È arrivata l’estate
bikini sole e mare
le ragazze si preparano a brillare
spendono un occhio della testa dall’estetista
secondo me devono andare dall’analista
tutto questo per farsi una dolorosissima ceretta
io invece ce l’ho pelosa
fanc*lo gli stereotipi sulle riviste
ce l’ho pelosa
fanculo a quelle isteriche delle estetiste
la natura è bella perché è sincera
la mia gnocca splende di peli, è fiera!

E no… chiariamo subito … non ci siamo ammattiti, sopra riportato il testo dell’ultimo singolo di Diana del Bufalo ex di Amici di Maria De Filippi, cantante che partecipò alla decima edizione, la svampita con la passioncella per Rudy Zerbi, ricordate?. Ebbene Diana sabato nella sua pagina social ha postato questo status : “Domani…. caricherò una nuova Hit con la chitarra!!! Molto estiva e sopratutto molto personale… Direi che uscirò parecchio allo scoperto! hahahhaha“ e infatti il giorno dopo ha pubblicato un video in cui accompagnandosi alla  chitarra intona un inno in difesa della sua “Foresta” e conquista migliaia di  condivisioni.

Diana non è nuova a trovate del genere, e solo un paio di mesi fa pubblicò un altro video in cui  cantava con voce angelica imbracciando sempre la chitarra “Delfina ha voglia di c***o”  per poi spiegare sempre dal suo  profilo Facebook: “Scusate se sono stata così scurrile…. nella vita di tutti i giorni in realtà non dico quasi mai parolacce, ma con la musica ho bisogno di esprimere di più! Che non me ne vogliano le ragazze di nome Delfina!”.

Che si inventerà la prossima volta per porsi all’attenzione? Dite la vostra….

 

 

NASCE MUSICA DA GRADINO: IL 21/06 MONTESACRO SI TRASFORMA IN UNA PLATEA A CIELO APERTO PER LA FESTA EUROPEA DELLA MUSICA


IL MUNICIPIO III DI ROMA CAPITALE

PRESENTA

MUSICA DA GRADINO

locandina musica da gradino

NELL’AMBITO DELLA FESTA EUROPEA DELLA MUSICA

ROMA 21 GIUGNO – CITTÀ GIARDINO – MONTE SACRO

Scalette di Via Col della Porretta e di via Tofana

Con:

MARCHETTI-ALESSANDRINI DUO / BOTTEGA GLITZER

ESTESTEST! / FIRE DIXIE JAZZ BAND

Il 21 giugno quattro concerti da 45 minuti ciascuno si alterneranno alle “pendici” di alcune delle tipiche scalette di Città Giardino, cuore pulsante di Monte Sacro.

Per l’occasione i gradini di via Tofana e via Col della Porretta si trasformeranno in naturali platee a cielo aperto capaci di accogliere -gratuitamente- il pubblico della “Festa della Musica Europea”.

4 formazioni acustiche dal carattere swing, balkan e jazz si alterneranno tra le due location creando un micro itinerario territoriale dettato dalla programmazione dei quattro concerti.

H 20,30 – 22:00 Via Col della Porretta

Ad aprire la manifestazione dalle ore 20,30 alle pendici delle scalette di Via Col della Porretta il duoMarchetti-Alessandrini proporrà Un insolito dialogo tra il sassofono di Simone Alessandrini e la fisarmonica di Natalino Marchetti, una conversazione estemporanea dagli esiti del tutto originali. Attraverso un repertorio di ampio respiro, il duo intraprende un viaggio tra generi apparentemente distanti e inconciliabili, dal jazz e dal latin alle sonorità mediterranee.

A seguire si esibiranno alle pendici delle medesime scalette i Bottega Glitzer, formazione nata nel 2010 attorno alla figura della cantautrice italo-svizzera Nadja Maurizi, “reduci” della pubblicazione del loro primo album“ding” (Leave Music/Universal). Un intreccio di folk, pop, swing, e cantautorato (in inglese, francese, tedesco ed italiano) che coinvolge ed appassiona, e che rimane impresso nella mente dal primissimo ascolto.

H 22,30 – 24:00 Via Tofana

Nella seconda delle due location si esibiranno in apertura gli EstEstEst! formazione romana d che propone un repertorio di musica etnica vasto ed eterogeneo, con particolare attenzione alla cultura musicale balcanica ed alla tradizione yiddish. Alle vivaci danze dell’est vengono alternate melodie lente e suggestive.

A chiudere la prima edizione di “Musica da Gradino” sarà una vera e propria banda da strada da ascoltare per la strada. Attiva dal 2006 la Fire Dixie Jazz Band riporta in strada Il jazz delle origini. Attraverso gli strumenti principali di una banda viene ricreata l’atmosfera delle parate di New Orleans attraverso un vero e proprio salto nel tempo.