Giorno: febbraio 3, 2016

EZIO BOSSO ospite al 66° Festival di Sanremo. Ad aprile in concerto nei teatri italiani con “THE 12TH ROOM TOUR”


 

EZIO BOSSO

ezio bosso

OSPITE AL 66° FESTIVAL DI SANREMO

Ad aprile in concerto nei teatri italiani con

“THE 12TH ROOM TOUR”

per presentare l’album “The 12th Room

un viaggio attraverso le 12 stanze della vita

EZIO BOSSO, tra i più rinomati compositori e direttori d’orchestra a livello internazionale, sarà ospite sul palco della 66ª edizione del Festival di Sanremo.

Il suo disco d’esordio “The 12th Room (Egea Music) è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle principali piattaforme streaming. Registrato quasi interamente live a settembre 2015, durante i concerti al Teatro Sociale di Gualtieri (Reggio Emilia), The 12th Room” è un concept album composto da due cd: un primo disco con quattro brani inediti e sette di repertorio pianistico, ognuno dei quali vuole rappresentare metaforicamente le fasi che attraversiamo nella vita, e un secondo disco contenente la Sonata No. 1 in Sol Minore che simboleggia la dodicesima stanza.

«Questi brani, come sempre nelle mie scelte, rappresentano un piccolo percorso meta-narrativo – racconta Ezio Bosso – C’è una teoria antica che dice che la vita sia composta da dodici stanze, nessuno può ricordare la prima stanza perché quando nasciamo non vediamo, ma pare che questo accada nell’ultima che raggiungeremo. E quindi si può tornare alla prima. E ricominciare»

Sul palco del Festival di Sanremo, l’artista sarà vestito da Judith Hohnschopp per Born in Berlin, con shirts di Marisa Bernardoni e scarpe e accessori di Deborah Baker per Fiorentini + Baker.

Ad aprile Ezio Bosso sarà in concerto in piano solo nei teatri d’Italia con “THE 12TH ROOM TOUR” (prodotto e organizzato da Intersuoni Srl, divisione Booking & Management Unit BMU).

Queste le prime date annunciate: l’8 aprile all’Auditorium del Conservatorio di Cagliari, il 12 aprile all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il 14 aprile al Teatro Ermete Novelli di Rimini, il 16 aprile al Teatro Ristori di Verona, il 19 aprile al Teatro Puccini di Firenze e il 22 aprile al Teatro Toniolo di Mestre (VE).

Agli appuntamenti in Italia, si aggiungono gli impegni all’estero: il 12 febbraio debutterà il nuovo spettacolo del Royal Ballet con le musiche di Ezio BossoWithin the Golden Hour”, di Christopher Wheeldon, alla Royal Opera House di Londra (per informazioni: www.roh.org.uk) mentre il 13 febbraio Ezio Bosso dirigerà la Lituanian Chamber Orchestra al Teatro Filarmonico di Vilnius (Lituania) con la partecipazione del violinista Sergey Krylov.

Redazione

MUSICA, EMMA: FAMILY DAY? SCENDERE IN PIAZZA PER VIETARE DIRITTI AD ALTRI NON FA PARTE DEL MIO PENSIERO (VIDEO)


 

La cantante si racconta a Giovanni Veronesi su #Radio2: io attrice? Mi piacerebbe recitare, farei ruolo di quella fuori di testa; i fan che mi chiedono foto dei miei piedi? Mi prendono in giro..

“Il Family Day? Rispetto le loro opinioni ma scendere in piazza per vietare dei diritti a delle persone non fa parte del mio pensiero”. Così Emma Marrone, ospite al programma di Rai Radio2Non è un paese per Giovani’, condotto dal regista Giovanni Veronesi e da Max Cervelli. La cantante salentina, negli studi di Radio2, si è raccontata in una lunga intervista, in cui ha toccato vari temi: dal cinema alla passione per la cucina, dalle strane richieste da parte di alcuni fan ai testi di quelle sue canzoni che, su due piedi, non ricorda. E’ vero che i fan le fanno spesso anche delle richieste di matrimonio? “Si, sono quasi quotidiane“. E c’è qualcuno che ti sposerebbe davvero? “Secondo me mi sposerebbero tutti”, ha scherzato con Veronesi e Cervelli Emma. Sui social, in molti le scrivono di postare una foto dei suoi piedi. Come mai? ”Si vede che sono feticisti, loro dicono che ho dei bei piedi, ma secondo me mi prendono in giro. Ho le dita lunghissime. Il mio è un piede greco”, ha detto Emma a Rai Radio2. E’ vero che le piace cucinare? “Si, certo. Faccio bene da mangiare, dalle orecchiette alle cime di rapa al pesce, che so fare in tutte le salse: al forno, alla griglia, oppure con la pasta”. Vista la conduzione di Veronesi, regista di tanti film di successo, parlando di cinema Emma ha detto: “mi piacerebbe recitare, l’ho detto anche a Giovanni”. E quale parte le piacerebbe interpretare? “Quella di una un po’ fuori di testa, con dei disagi diciamo. Però non ho la dizione, né la memoria”.  Per ‘testare’ la memoria della cantante salentina, Veronesi e Cervelli le hanno chiesto di cantare, a bruciapelo, dei versi di alcune sue canzoni. Emma ha cantato alla perfezione ‘Il Paradiso non esiste’, mentre ha avuto qualche incertezza sull’inizio di ‘Finalmente’. “Tu mi prendi così – ha detto Emma a Veronesi – con queste sfide, e comincio a sudare come alla elementari quando dovevo dire la poesia e non Radio2.la sapevo mai. Vado in panico!”, ha concluso Emma a Rai Radio2

 

Redazione