Mese: ottobre 2015

Giovanni Nuti Domenica 1 NOVEMBRE nella Chiesa di San Sepolcro di MILANO canta il “POEMA DELLA CROCE” di ALDA MERINI


GIOVANNI NUTI

giovanni-nuti-e-alda-merini

Domenica 1 NOVEMBRE nella Chiesa di San Sepolcro di MILANO

canta il “POEMA DELLA CROCE” di ALDA MERINI

nel sesto anniversario della scomparsa della poetessa

Nel sesto anniversario della scomparsa di Alda Merini (avvenuta il giorno di Ognissanti del 2009), GIOVANNI NUTI sarà protagonista domenica 1 novembre nella Chiesa di San Sepolcro di Milano (Piazza San Sepolcro – ore 21) del“Poema della croce”, cantata per voce solista, coro e orchestra, una moderna opera sacra composta dal musicista su brani tratti dall’omonimo testo religioso della poetessa (Ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Resa possibile da Stefano Angi, giovane imprenditore appassionato di musica e arte, questa rappresentazione del “Poema della croce” avrà luogo in una location di grande prestigio e fascino, la Chiesa del Santo Sepolcro annessa alla Biblioteca Ambrosiana. Giovanni Nuti canterà accompagnato dalla European Soloist Orchestra, un’orchestra di 7 elementi (Daniele Ferretti, pianoforte; Simone Rossetti Bazzaro, violino; Roberto Lucano, violino; Marco Varisco, viola; Alexander Zyumbrovskiy, violoncello; Paulo Montoya, contrabbasso; Alberto Melgrati, oboe) e tre cantori lirici (Isabella Mangiarratti, soprano; Franco Cocuzza, basso; Edoardo Francesconi, tenore). Insieme a Giovanni Nuti ci sarà in voce anche Alda Merini, di cui si potranno ascoltare alcuni brani registrati con accompagnamento musicale. Produzione Sagapò Music (in collaborazione con Aldo Colonnello) e Tieffe Teatro. Edizioni Musicali: Sagapò Music e Casa Musicale Sonzogno. Suoni e Luci: Cdpm Sound Service e Fausto Dasé.

Alda Merini, nel ruolo recitante di Maria, fu al fianco di Giovanni Nuti – con cui ha collaborato per 16 anni –  in una memorabile rappresentazione del “Poema della croce” nel Duomo di Milano il 13 ottobre 2006 davanti a 4.000 spettatori partecipi e commossi. Definito da Sua Eminenza Gianfranco Ravasi, allora prefetto della Biblioteca Ambrosiana, “opera di finissima e intensa esegesi musicale della grande poesia di Alda Merini”, il “Poema della croce” è andato in scena, Merini vivente, 17 volte in numerose cattedrali, chiese e festival nazionali.

Redazione

Valerio Scanu imita Mango ed è emozione pura che fa impazzire il social – (IL VIDEO)


scanumango

Grande emozione ieri, venerdì 30 ottobre 2015 a Tale e Quale Show che nell’8a puntata è passato alla fase del “Torneo” che vede in competizione i primi sei classificati di quest’anno e i sei grandi protagonisti della passata edizione.  Non amiamo eccedere in complimenti superflui quando i fatti parlano,  ma il clamore suscitato dal ritorno di Valerio Scanu merita uno spazio a sè. Infatti ha tenuto banco per tutta la durata del programma e ancor di più dopo la sua straordinaria esibizione che, anche se per un attimo, ha fatto “rivivere” Mango. Fin da quando si sono aperte le porte dell’ascensore ed è sceso dalle scale per portarsi fino al centro del palco, Valerio ha colpito per la presenza scenica discreta, rispettosa del personaggio proposto che appena intonate le prime note sembrava essersi “impossessato” di lui quasi in una ipotetica necessità di portare a termine quella esibizione incompiuta perchè interrotta bruscamente e inesorabilmente da un colpo cuore nel corso di un concerto al ‘Pala Ercole’ di Policoro in provincia di Matera l’8 dicembre del 2014. Valerio Scanu ha cantato Oro con la voce di Mango lasciando ancora una volta tutti a bocca aperta, ha emozionato fino alle lacrime, scatenando  sul social un vero tripudio che non conosce precedenti nella storia del programma di Tale e Quale Show, e che lo pone indiscutibilmente nella categoria dei “fuoriclasse”. Come annunciato anche da Conti in diretta a Valerio Scanu e al programma sono arrivati i complimenti della famiglia di Mango per la sensibilità dimostrata nell’omaggiare la memoria dell’artista scomparso poco meno di un anno fa. Delude ma non stupisce, ormai avvezzi ai soliti “giochetti” di spettacolo, il sesto posto nella classifica finale della puntata  di Valerio Scanu in netto contrasto con la classifica virtuale del pubblico nettamente a suo favore, a lui i complimenti del popolo social e del mondo dello spettacolo oltre naturalmente quelli della temibile “Onda Scanu” come definita da Facchinetti.

Fuori dagli studi Rai Nomentano ad attenderlo ed acclamarlo i suoi fan giunti da tutta Italia.

Riproponiamo il video dell’imitazione:

E dopo Mango nella prossima puntata di Tale e Quale Show Valerio Scanu dovrà imitare Conchita Wurst – la drag queen  vincitrice dell’Eurovision Song Contest del 2014, una voce potente che siamo certi non avrà difficoltà a riprodurre … Tale e Quale!

A LA VITA IN DIRETTA LOREDANA ERRORE CONFESSA IL SUO SOGNO: SALIRE SUL PALCO DELL’ARISTON!


Loredana-Errore

Recentemente Loredana Errore è stata ospite di  La Vita in Diretta. Seconda classificata ad  Amici9 (edizione vinta da Emma ndr), ha raccontato il suo dramma, quando, avviata ad una carriera di successo, dopo un brutto incidente avvenuto all’alba del 4 settebre del 2013 ad Agrigento,  la sua auto uscì fuori strada abbattendosi sul muro di recinzione di una casa ribaltandosi più volte, ha dovuto interrompere bruscamente il suo percorso:  “L’indomani avevo un concerto in Sicilia, è stata un’interruzione totale di quello che stavo intraprendendo, dovevo terminare le ultime tre date, non potei più”, L’incidente ha dato tuttavia una svolta inaspettata alla sua vita: “Ho dovuto rimparare a fare molte cose, è stata un’esperienza di nascita, di crescita e di miglioramento” e poi: “Questo incidente è stato una sorpresa per tutti ma non per me, subito mi è venuta una forza di andare avanti indescrivibile. Magari per altre cose non l’avrei avuta. La grande forza l’ho riscoperta nei casi più estremi, ringrazio Dio, tutte le persone che mi sono state vicine, i miei fan che hanno fatto di tutto perché io non mollassi”.

Adesso Loredana è tornata, più consapevole e più forte di prima,pronta a ricominciare e a tentare di  coronare un suo sogno: il desiderio di salire sul palco dell’Ariston  e incantare la platea del Festival di Sanremo.

by Ponyo

STASH E “THE KOLORS”: “SOGNANDO LA CALIFORNIA” … GRAZIE ALLA “LIVE NATION”


Stash-The-Kolors

[Articolo di Fede]

Sembravano semplici “sparate” o comunque voci, se non del tutto prive di fondamento, viste le fonti che le avevano diffuse, ossia i siti “passaparola” di Internet, la cui attendibilità è sempre tutta da verificare, sia quel che sia, si annunciava, a breve distanza di tempo dalla vittoria dei “The Kolors” ad “Amici”, che l’eco del loro successo aveva attraversato addirittura l’Oceano, e che un colosso come la “Live Nation”, sezione americana, agenzia “leader” di produzione e “booking” di concerti internazionali aveva messo gli occhi su di loro,  caso rarissimo per un gruppo italiano, con la prospettiva di un “tour” negli States. Certo Maria De Filippi aveva dato notizia pubblicamente, nello stesso periodo, che una radio di Los Angeles trasmetteva le loro canzoni, ma tutto finiva lì, non c’era dell’altro. Ora, invece, dopo un’incredibile “escalation” di trionfi su tutto il suolo nazionale, arriva il colpo grosso, per l’ex “resident band” del locale “cult” milanese “Le Scimmie”, che ha chiuso le saracinesche (definitivamente?) in marzo, arriva la sorprendente convocazione dagli Stati Uniti e naturalmente Stash, accreditatosi fin dall’inizio nel ruolo di portavoce, non stando più nella pelle dalla contentezza, ha voluto immediatamente rendere partecipe della “lieta novella” tutto l’affezionato popolo “kolored”, con un messaggio su Facebook, conciso ma d’effetto “Andiamo in California, Live Nation è interessata a noi”, da Bari dove attualmente si trovano, ospiti di punta del “Medimex”, il salone dell’innovazione musicale.

Sempre Stash ha più volte detto di essere incredulo per quanto gli sta accadendo negli ultimi mesi perché gli sembra di vivere “un sogno”, ebbene, a quanto pare, se ci si crede, talvolta anche i sogni si tramutano in realtà, anche quelli apparentemente irrealizzabili, come il cosiddetto ”american dream”

“Andiamo in California  Live Nation è interessata a noi”. #Stash #TheKolors

#Medimax15

Si aggiungono due nuove date al tour teatrale di PAOLA TURCI


PAOLA TURCI

paola turci

SI AGGIUNGONO DUE NUOVE DATE

AL TOUR TEATRALE

Si aggiungono due nuove date al tour teatrale di PAOLA TURCI, durante il quale la cantautrice si esibirà in una dimensione più intima e raccolta, a contatto diretto con il suo pubblico. Paola Turci sarà infatti in concerto il 29 novembre al Teatro Supercinema di Chieti (data zero – ingresso gratuito) e il 2 gennaio al Teatro Curci di Barletta.

Le prevendite per la data di Barletta apriranno giovedì 5 novembre sul circuito Ticketone, mentre in occasione della data speciale di Chieti i biglietti gratuiti di ingresso potranno essere ritirati e/o prenotati pressi gli uffici di Confartigianato Imprese Chieti in Piazza Falcone e Borsellino, 3. (0871/330270 –categorie@confartigianato.ch.it).

Queste tutte le date aggiornate del tour teatrale di Paola Turci (prodotto e organizzato da Barley Arts): il 29 novembre al Teatro Supercinema di Chieti (data zero – ingresso gratuito), il 3 dicembre al Teatro Quirinetta di Roma, il 5 dicembre al Teatro Valle dei Laghi di Vezzano (Trento), il 6 dicembre al Teatro Sociale di Bellinzona (Svizzera), il 10 dicembre al Teatro Puccini di Firenze, il 17 dicembre al Teatro Da Ponte di Bassano del Grappa (Vicenza), il 22 dicembre al Teatro Parenti di Milano e il 2 gennaio al Teatro Curci di Barletta.

Radio Capital è la radio media partner ufficiale del tour.

«Quando ho registrato “Io sono”, il mio ultimo album, avevo in mente un disco intimo e minimale, adatto a essere suonato in teatro racconta l’artista Il disco è poi uscito invece in primavera, prima di una lunga estate che ci ha portato a suonare molto e in posti assai diversi tra loro, alcuni molto raccolti, altri decisamente più grandi e adatti ad un concerto elettrico. Queste prime date in teatro mi offrono la possibilità di realizzare il mio desidero e proporre finalmente il disco nella veste in cui è nato, riportandomi in uno spazio che non smette mai di sorprendermi e affascinarmi».

Sul palco con Paola ci saranno Fernando Pantini alla chitarra, Pierpaolo Ranieri al basso e Fabrizio Fratepietro alla batteria.

L’album “Io sono” (Effepi/Warner Music) celebra i 30 anni di carriera di Paola Turci, affiancando 12 canzoni del passato completamente riviste in un’inedita veste acustico-elettronica a 3 brani inediti (https://itunes.apple.com/it/album/io-sono/id976297472). L’ultimo singolo attualmente in rotazione radiofonica è proprio l’inedito Questa non è una canzone”.

Redazione

MUSICA, ELIO E LE STORIE TESE CONDUTTORI DI HIT PARADE RADIO2


elio

Elio, Rocco Tanica, Faso e Cesareo, ovvero i mitici Elio e Le Storie Tese saranno i prossimi irriverenti, sfacciati e divertenti conduttori di Hit Parade, il programma di Radio2 in cui gli artisti raccontano e ‘lanciano’ i dischi che più hanno amato, in onda ogni weekend alle 13.00.

Da sabato 31 ottobre al 15 novembre, gli ‘Elii’ sbarcano su Radio2 – raccogliendo il ‘testimone’ di Hit Parade da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro – per dare vita ad una trasmissione in bilico tra costume, musica, satira e non sense. A partire dalla surreale ‘notizia’ in esclusiva che i quattro lanciano nell’etere, fermamente convinti che una news, anche se non è proprio verissima, assicuri un successo strepitoso. Ecco la notizia: “Questa sarà una delle nostre ultime apparizioni e prima di scioglierci vogliamo andare in onda con questa trasmissione per ascoltare le canzoni della classifica del nostro cuore, una “Kit” Parade degli Elio e le storie tese, come ci fosse un Kit di montaggio del cuore, e nel cuore si sa le canzoni sono tutte a pari merito”. Il cuore degli Elii è “un cuore enorme con quattro ventricoli” e quattro nonne, le loro, che non dimenticano di citare: “per mia nonna ilchitarrista era Jimi Hendrik, mentre in Italia c’erano Lucio Dallas e Francesco Puccini”.

Cosi’ quando Elio e le Storie Tese presentano la loro Hit Parade, anzi la loro “Hit Paré”, scopriamo che la milza serve a capire che non sei molto allenato, che gli Yes che hanno scritto grandi canzoni sono i vecchi motorini della piaggio, che Mozart prima di diventare quello che è diventato suonava il basso, che Faso ha rubato un reef di chitarra a Paul McCartney, che ‘Per una lira’ di Lucio Battisti è una canzone del passato, che il loro essere un po’ estremi è forse dovuto a gruppi come gli Area, capitanati da Demetrio Stratosche “cantava come una bestia e usava la sua voce come uno strumento”.

Tutte le playlist degli artisti che hanno condotto Hit Parade, le foto e i video del backstage del programma, saranno disponibili sul sito internet www.hitparade.rai.it insieme alle puntate in podcast.

Redazione

Alex Britti – PERCHE’? il nuovo singolo


ALEX BRITTI

albritti                          

 PERCHE’?

Esce domani , venerdì 30 ottobre,  in radio e sulle piattaforme digitali “PERCHE’?”, il nuovo singolo di ALEX BRITTI che anticipa l’uscita del nuovo album in tutti i negozi dal 20 Novembre.

PERCHE’?  – dice lo stesso Alex Britti – si spiega da se, è un tema scottante, ho scelto il blues senza camuffarlo troppo, ho aggiunto anzi un coro dai riflessi gospel e poi spesso il blues spesso è stata musica di denuncia, di protesta.

Un nuovo sound, la chitarra elettrica  sostituisce  l’acustica, un brano  in cui  Alex Britti  chiede PERCHE’? molte donne NON denunciano la violenza subita.

Un brano  in cui  Alex Britti  chiede PERCHE’? molte donne NON denunciano la violenza subita.

Perché?  nasce anche per dare un aiuto concreto alle donne vittima di violenza. Una parte dei proventi infatti sarà destinata a WeWorld, una ong che lavora da oltre 15 anni per difendere i diritti di donne e bambini in Italia e nel mondo. In particolare in Italia opera attivamente in azioni di contrasto alla violenza contro le donne, con campagne di sensibilizzazione e progetti concreti sul territorio.

perchè

Il videoclip , girato a Roma negli studi di Cinecittà, vede la regia di Ivano De Matteo e la partecipazione di :

  Alex Britti
– Carolina Crescentini
– Massimiliano Bruno
– Francesco Montanari
– Michela Quattrociocche
– Anna Ferzetti
– Andrea Delogu
– Rolando Ravello
– Caterina Shula
– Luca Lionello
– Giulia Elettra Gorietti
– Gian Marco Tognazzi
– Fabrizia Sacchi
– Vincent Riotta

Le immagini saranno usate per la campagna di sensibilizzazione di WeWord mirata al drammatico problema della violenza sulle donne.

Ci si chiede “PERCHE’?” le donne che avrebbero a disposizione leggi ad hoc e sostegno di ogni tipo, non denuncino la violenza subita ?

La motivazione principale che ha spinto Alex Britti ad esporsi in prima persona, è sicuramente dettata da una grande sensibilità rispetto al problema grave della violenza sulle donne, ma causa scatenante è stata l’esperienza diretta vissuta da Alex Britti.

Un giorno si è  trovato ad assistere in un parco pubblico alla terribile scena di un uomo che prendeva a pugni una donna. E’ intervenuto prontamente in difesa della donna ed è così riuscito a sedare la violenza e portare il primo soccorso alla vittima. L’uomo si è poi scoperto essere il marito della donna.

Nel raccontare l’accaduto Alex spiegava che la cosa che più lo aveva colpito, era il terrore negli  occhi della donna all’ idea di denunciare il marito ed al rifiuto di  farsi accompagnare in ospedale per ricevere le cure necessarie. Era chiara ed evidente la consapevolezza da parte della donna di dover tornare nonostante tutto a casa, dove probabilmente avrebbe trovato dei figli da accudire e lo stesso carnefice a cui sottostare ancora.

Nei mesi successivi, questo episodio ha agito sulla sensibilità di Alex che, via via  ha elaborato un forte senso di frustrazione ed impotenza  riguardo questo tipo di violenza e, la creatività e le emozioni provate hanno fatto si che musica e parole prendessero forma.  Nasce così il testo e la musica attraverso la quale Alex mette a fuoco ed esprime con forza il cuore di questo problema: ilPerché? del SILENZIO.

“L’espressione “violenza contro le donne” comprende tutti gli atti di violenza contro il genere femminile che si traducono, o possono tradursi, in lesioni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche per le donne, incluse le minacce di tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica che nella vita privata”.

Redazione

30/10/2015 – 21:20 – RAI1: TALE E QUALE SHOW Inizia la sfida tra i migliori de ultime stagioni


tq
A “Tale e Quale Show”, in onda su Rai1 venerdì 30 ottobre alle 21.20, nemmeno il tempo di festeggiare la vittoria di Francesco Cicchella che si dà il via a una nuova, emozionante sfida. Nell’ottava puntata si passa alla fase finale del torneo che fra colpi di scena e incredibili trasformazioni porterà a fronteggiarsi i primi sei classificati di quest’anno e sei grandi protagonisti della passata edizione. Da questo venerdì tornano sul palco dello show più seguito della televisione italiana Matteo Becucci, Rita Forte, Roberta Giarrusso, Alessandro Greco, Serena Rossi e Valerio Scanu, che si misureranno con Francesco Cicchella, Massimo Lopez, Giulia Luzi, Bianca Guaccero, Max Giusti e Karima. Per il pubblico a casa si preannuncia una puntata avvincente e top secret: le star da imitare saranno svelate solo ad inizio serata e impegneranno i 12 talenti in performance che nulla lasceranno al caso pur di impressionare la Giuria formata da Loretta Goggi, Claudio Lippi e Gigi Proietti. Per la “mission impossible” di Gabriele Cirilli invece si attende di vedere come riuscirà a interpretare I Cugini di Campagna. Sempre altissima la partecipazione del pubblico sul web: migliaia i tweet inviati al profilo Twitter del programma (con l’hashtag ufficiale #taleequaleshow sempre in vetta ai trend topic) e record di “like” sulla pagina Facebook. Ultimi giorni per il concorso Tale e Quale Pop: fino a sabato 31 ottobre il pubblico maggiore di 18 anni potrà inviare un filmato in cui dimostrerà, attraverso un’imitazione canora e una particolare attenzione al look, di essere tale e quale a un personaggio della musica italiana o internazionale.
Redazione

News – E’ di nuovo Pooh-mania! Boom di visite online per assicurarsi un ingresso all’ultimo Tour, non solo da italiani e non solo da adulti – I dati di Ticketbis


tick

Ed è di nuovo Pooh-mania!

● Boom di visite di utenti alla ricerca di biglietti per le tre date dell’ultima Reunion

gruppo

● Non solo italiani, ma anche svizzeri, francesi e inglesi assisteranno ai concerti della

band

● Non solo adulti tra i fan: il 18% delle richieste di biglietti viene da giovani tra 25 e 34

anni e il 12% da under 24!

● Prezzi da 48 euro a ingresso nel mercato secondario

Quante band italiane possono vantarsi di aver raggiunto il mezzo secolo di vita? I Pooh sono una delle poche formazioni ad aver attraversato gli ultimi cinquant’anni nel nostro paese accompagnando con la loro musica più di una generazione. Con più di 100 milioni di dischi venduti e un numero altissimo di singoli di successo, la carriera del gruppo può essere definita come straordinaria.

A distanza di soli due anni dall’ultimo tour, Opera Seconda in Tour, concluso nel 2013, le voci di Roby, Dodi, Red e Stefano – insieme a Riccardo Fogli – si riuniranno di nuovo per l’ultima volta in ‘Reunion – l’ultima notte insieme´.

La storica reunion che il gruppo sta preparando per i suoi fan nel 2016 già registra dati da record: il sold out della prima data milanese in meno di due settimane, il rapido inserimento di una nuova data e un record di visite di utenti ai portali online di compravendita di biglietti come Ticketbis.it per assicurarsi un ingresso, dove i prezzi per assistere al grande evento partono da €48,00. Secondo i dati resi noti dalla piattaforma, le percentuali più alte di fan alla ricerca di biglietti per i Pooh appartengono alla fascia di età compresa tra 45 e 54 anni (25,61%), seguiti da vicino da quelli tra i 35 e i 44 anni (24,69%). Ma non mancano certo rappresentanti di altre generazioni: il 18% delle ricerche appartengono a utenti dai 25 ai 34 anni, il 14,36% tra 55 e 64 anni, il 12,06% tra 18 e 24 anni.

Non solo italiani, ovviamente, tra i principali acquirenti di biglietti per la band nel sito, ma anche Svizzeri (3% degli acquisti totali), francesi (1,5%) e inglesi (1,5%) assisteranno ai vari concerti dei Pooh. Sempre secondo i dati forniti del portale, attualmente la data più gettonata è quella del 10 di giugno a Milano (81,8% delle vendite del site), seguita dal concerto nella Capitale (12,1%) e dalla seconda data milanese (6,1%). Milano, Roma, Torino, Bergamo, Brescia e Firenze sono le città che vantano le maggiori percentuali di ricerca e acquisto di biglietti.

by Ponyo

EMMA: OLTRE 1 MILIONE DI VIEWS PER IL VIDEO DI “ARRIVERA’ L’AMORE” DI EMMA


em

OLTRE 1 MILIONE DI VIEWS PER IL VIDEO DI “ARRIVERA’ L’AMORE” DI EMMA

IL VIDEO E’ IL PIU’ SCARICATO SU ITUNES

Il video di “Arriverà l’amore” di Emma, brano che anticipa il nuovo album di inediti Adesso” in uscita il 27 novembre, ha superato in meno di una settimana 1 milione di visualizzazioni su Vevo ( ) ed è al 1° posto dei video più scaricati su iTunes.

Nel video, pensato e scritto da Emma e diretto da Luisa Carcavale e Alessandro Guida, Emma ha voluto che venissero raccontate delle storie nelle quali si è casualmente imbattuta negli scorsi mesi: un caso di violenza su una donna di fronte agli occhi del suo bambino e una vicenda di omofobia. Uno dei messaggi di “Arriverà l’amore”  è che bisogna saper soprattutto amare noi stessi anche con le nostre ferite, quelle che ci rendono unici, speciali, più belli. C’è una scena nel video in cui Emma canta proprio questo messaggio parlando a se stessa “faccia a faccia”.

Arriverà l’amore”, da venerdì scorso in rotazione radiofonica, sulle piattaforme streaming e nei digital store, è una ballad energica, un brano carico di positività e di entusiasmo, scritto da Ermal Meta e Matteo Buzzanca e mixato da Matt Howe (sound engineer vincitore di un Grammy Award).

Per acquistare o ascoltare “Arriverà l’amore”: https://lnk.to/ArriveraLAmore